Cosa fare a COSTA SMERALDA

Guida Turistica Sardegna

Sardegna 

La Sardegna è una grande isola italiana situata nel Mar Mediterraneo e caratterizzata da circa 2000 km di costa, spiagge sabbiose e da un entroterra montuoso attraversato da sentieri escursionistici. A soli 12 km di mare dalla Corsica, 120 dalla Toscana e 185 dall'Africa, la Sardegna è da sempre meta di indiscutibile fascino, a ben vedere definita come i Caraibi italiani. Antiche tradizioni e saperi artigiani, natura selvaggia e incontaminata, paesaggi e spiagge ineffabili. La Sardegna è un’isola dai mille volti e percorrere il suo litorale da nord a sud con una immancabile deviazione verso il suo “outback”, significa imbattersi in scenari assai differenti tra loro. Vi è però un filo conduttore in questo susseguirsi di colori e forme: è il carattere della sua antica terra e delle persone che la vivono. Dalle coste e ai paesini dell’entroterra, la Sardegna non è solo una terra dalla vegetazione selvaggia e dalle spiagge caraibiche, ma vanta una cultura e storia affascinati, musei, montagne e distese verdeggianti da visitare. Benvenuti in Sardegna, preparatevi a vivere un’esperienza e un viaggio memorabili.
COME ARRIVARE
-    PORTO: 

           Porto di Porto Torres si trova nella cittadina di Porto Torres. Può capitare che gli attracchi siano spostati al molo industriale (molo ASI) distante circa 1,5 km a ovest del porto. Porto Torres e l’aeroporto di Alghero sono le porte d’ingresso per il Nord-Ovest della Sardegna.
Porto di Olbia le navi attraccano all’Isola Bianca, 5 minuti a piedi dal lungomare e dal Corso Umberto I che ti porta al centro di Olbia. Non perdere l’occasione per una sosta alla città turistica, ricca di ristoranti e negozi di artigianato locale e di prodotti tipici, principale porta d’ingresso al nord est della Sardegna.
Porto di Golfo Aranci il piccolo porto si trova a soli 20 minuti dalla città di Olbia, davanti all’ isola di Tavolara: il territorio attorno al porto merita di essere visitato per il suggestivo Capo Figari e per le belle spiagge. Golfo Aranci, assieme al porto e aeroporto di Olbia, è una delle porte d’ingresso per il nord est della Sardegna.
Porto di Arbatax – Tortolì le navi attraccano nel porto del caratteristico borgo di pescatori di Arbatax, che insieme al piccolo aeroporto costituiscono le porte d’ingresso all’Ogliastra e alla parte orientale della Sardegna, facilmente raggiungibile anche da Cagliari e Olbia.
-    AEREO:
L’Aeroporto di Alghero – Fertilia è a 10 minuti dalla città di Alghero in direzione Sassari – Porto Torres. Alghero è una ospitale città sul mare al centro della Riviera del Corallo: il suo antico centro storico e lo straordinario paesaggio ne fanno una destinazione d’eccellenza. Benvenuti nel Nord - Ovest della Sardegna.
L’ Aeroporto di Olbia si trova a sud della città di Olbia, a 10 minuti dal centro. Prende il nome Costa Smeralda, dalla celebre località turistica della Gallura, intenso nodo di movimento turistico internazionale che caratterizza il Nord Est dell’isola.
L’Aeroporto di Cagliari – Elmas si trova a 10 minuti da Cagliari, con la quale è collegato dal trasporto pubblico e privato. Il capoluogo dell’ isola è una città antica e vivace, dove è piacevole trascorrere un soggiorno all’insegna della cultura, del sole e mare. Cagliari, al centro del Golfo degli Angeli, è il cuore dell’incantevole Sud Sardegna.

MUSEI
-    Museo dell'arte mineraria è ubicato a Iglesias, nei sotterranei dell'Istituto Minerario "Asproni", pregevole edificio Liberty. L'edificio, inaugurato il 13 dicembre 1911 e costruito sotto gli auspici dell'ingegnere Giorgio Asproni, grazie al suo generoso prestito di 100.000 lire. La ricostruzione degli ambienti tipici minerari ed il restauro e l'esposizione delle macchine originali, i modellini ed i plastici in scala, utilizzati dagli allievi dell'Istituto hanno dato vita ad un'importante testimonianza scientifica, umana e culturale dell'Iglesiente.
-    Il MAN - Museo d'arte della provincia di Nuoro è un museo sito nel centro storico di Nuoro, nella via Sebastiano Satta, che si congiunge e termina nell'omonima piazza, dove si possono apprezzare le sculture dell'artista Costantino Nivola, originario di Orani. Attività primaria del MAN sono le mostre temporanee, a cui il museo si dedica con regolarità, proponendosi come luogo di ricerca e comunicazione dei fenomeni più innovativi della produzione artistica, nel quadro di una prospettiva culturale dinamica in cui l'identità locale coesiste e si rafforza nel confronto con la globalità del circuito artistico grazie agli scambi con altri musei e a nuove produzioni. In linea con la sua missione, il MAN propone mostre dedicate ad artisti e movimenti della storia dell'arte dal XIX al XXI secolo e progetti sperimentali rivolti ai linguaggi della più stretta contemporaneità. L'attività “extramuros”, svolta al di fuori delle strutture architettoniche del museo, affianca l'attività interna e si propone come una forma di apertura al territorio e di coinvolgimento operativo delle comunità locali.
-    L'Antiquarium Turritano è il museo archeologico nazionale di Porto Torres; è gestito dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ed è uno dei 13 Istituti e Luoghi della cultura del Polo Museale della Sardegna . Inaugurato nel 1984, presenta materiali archeologici che documentano le diverse fasi di vita della città romana di Turris Libisonis, secondo Plinio il Vecchio l'unica colonia romana della Sardegna. L'appellativo di Colonia Iulia indica che essa fu fondata su iniziativa di Giulio Cesare o del figlio adottivo Ottaviano, intorno al 46 a.C.
-    Il Museo archeologico nazionale di Cagliari è il più importante museo archeologico della Sardegna. Situato dal 1993 all'interno del complesso museale della Cittadella dei musei, negli spazi progettati dagli architetti Piero Gazzola e Libero Cecchini. Nelle sue vetrine sono esposti molti dei reperti più significativi della Sardegna provenienti principalmente dalle province di Cagliari e Oristano, anche se non mancano oggetti preziosi rinvenuti nelle altre province dell'isola. I materiali esposti sono datati a partire dal periodo preistorico sino all'epoca bizantina.
-    Museo civico d'arte siamese Stefano Cardu.  Il Museo civico d'arte siamese intitolato a Stefano Cardu a Cagliari, si trova all'interno della Cittadella dei musei, il polo museale situato nel Castello di Cagliari.
MONUMENTI, CHIESE E PALAZZI
-    La voce silenziosa dei murales di Orgosolo. Alla scoperta dei murales, pitture che caratterizzano le facciate delle case del centro Sardegna, divenute dalla seconda metà del Novecento un originale strumento di comunicazione e protesta. Ciascuno con il proprio stile, i murales di Orgosolo raccontano la storia di un fermento intellettuale sempre vivo, di un territorio culturalmente fervido, ribelle e politicamente attivo. Il centro barbaricino offre scorci di una Sardegna antica e senza tempo, circondata da una natura lussureggiante e incontaminata. In ogni casa, in ogni parete, un murale: una passeggiata per le vie del paese si trasforma in lettura assorta e silenziosa, in condivisione di emozioni affrescate sui muri in pietra e accompagnate dal tradizionale canto dei tenores. Con le sue immagini espressive ed evocative Orgosolo dialoga e crea legami con abitanti e visitatori. Lo scenario di Orgosolo non ha età e merita, almeno una volta nella vita, una visita.
-    Bosa, un borgo pittoresco è il primo protagonista della rassegna primaverile. Le case multicolori di Bosa si inerpicano su un colle dominato dal castello dei Malaspina, specchiandosi sul Temo. La passeggiata lungo il fiume e il Ponte Vecchio ti accompagnano a scoprire le antiche concerie. Sarai accolto da un calice di malvasia e estasiato da gioielli di corallo, cesti di asfodelo e tessuti preziosi. Bosa è un concentrato di storia e artigianato, archeologia industriale e prelibatezze. Da visitare le chiese: il ‘duomo’dell’Immacolata Concezione, Nostra Signora de sos Regnos Altos dentro il castello e san Pietro extra muros, centro di Bosa vetus. Poi le bellezze naturali: parco di capo Marrargiu, riserva di Badde Aggiosu e, sulla costa, Bosa Marina, s’Abba Druche e Compoltitu.
-    Colonne romane a Tharros, (in latino Tarrae, in greco antico Thàrras, Θάρρας) è un sito archeologico della provincia di Oristano, situato nel comune di Cabras, in Sardegna. La città si trova nella propaggine sud della penisola del Sinis che termina con il promontorio di capo San Marco. Nel 2016 l'area archeologica ha fatto registrare 105 738 visitatori.
-    Il pozzo sacro nuragico è una particolare struttura templare ipogeica presente in Sardegna e destinata durante l'Età del bronzo al culto delle acque. La sua struttura architettonica è ritenuta tra le più elaborate presenti nell'Isola ed è un chiaro esempio della maestria costruttiva raggiunta dei Nuragici. Si trova su tutto il territorio isolano e insieme alle tombe dei giganti e ai tempietti a megaron testimonia lo spirito profondamente religioso delle popolazioni sarde durante la Civiltà nuragica.
-    L'ex cattedrale di San Pietro di Sorres è una chiesa della Sardegna in stile romanico. Il tempio, monumento nazionale dal 1894, si trova su un colle di origine vulcanica in territorio del comune di Borutta piccolo centro del Meilogu, in provincia di Sassari. Edificata tra il XII e il XIII secolo, fu cattedrale della non più esistente diocesi di Sorres fino al 1503. Dal 1950 la chiesa e l'attiguo monastero ospitano una comunità di monaci benedettini.
-    La cattedrale di Santa Maria Immacolata è la cattedrale della diocesi di Alghero-Bosa. Risalente al XVI secolo, si trova nel centro storico della città, di cui è uno dei principali monumenti.
-    Il santuario dei Martiri è la parte più rilevante, artisticamente e storicamente, della cripta della cattedrale di Cagliari. Nel santuario, interessante opera in cui sono riassunti elementi architettonici e artistici del Rinascimento, del barocco e del neoclassicismo, si trovano le reliquie di innumerevoli presunti martiri e i sepolcri di personaggi di Casa Savoia. Si accede al santuario dall'interno della cattedrale di Santa Maria, ubicata in piazza Palazzo, nel quartiere storico Castello.
-    La chiesa di San Pietro Apostolo è la parrocchiale di Tuili, situata in piazza Chiesa. L'edificio ospita al suo interno un retablo cinquecentesco del Maestro di Castelsardo, detto Retablo di Tuili o Retablo di San Pietro, opera considerata tra le massime espressioni artistiche del Rinascimento in Sardegna.
ISOLE 
Lungo le splendide coste sarde si possono trovare diverse isole e isolotti di varie dimensioni, talvolta disabitate, ma sempre di rara bellezza. L’Arcipelago de La Maddalena, al largo della Costa Smeralda, comprende 7 isole maggiori, una quindicina di isolotti e centinaia di scogli affioranti che si distinguono per la bellezza delle loro coste frastagliate e della loro natura incontaminata. La Maddalena, sull’isola omonima, è l’unico centro abitato di tutto l’arcipelago; le altre isole maggiori sono Caprera, nota anche per essere il luogo dove finì i suoi giorni Giuseppe Garibaldi, insieme a Spargi, Budelli, Santa Maria e Razzoli. L'isola dell’Asinara, un tempo adibita a carcere di massima sicurezza, è oggi sede del Parco Nazionale dell’Asinara, che ospita un'ottantina di specie selvatiche tra cui l'asinello bianco, il simbolo dell'isola. L’isola di Tavolara, all'imboccatura del Golfo di Olbia, è una delle zone più interessanti del mediterraneo per gli appassionati delle immersioni, con i suoi numerosi siti archeologici subacquei. A sud della Sardegna si trovano infine le isole di Sant’Antioco e San Pietro, insieme all’isola Piana. L’isola di Sant'Antioco, con le sue numerose spiagge e le altrettante scogliere, ospita il Museo Archeologico, la più importante esposizione della cultura fenicio-punica nel mediterraneo, e la Basilica di Sant'Antioco, una delle prime chiese cristiane del Mediterraneo nonché una delle tre chiese più antiche della Sardegna. L'isola di San Pietro si caratterizza per la presenza di insenature, falesie e grotte, come quelle di Punta delle oche e di Nasca; particolarmente suggestive sono il Trogiu, una piscina naturale in mezzo agli scogli, Calavinagra, forse il fiordo più bello della costa nord-occidentale, e Calafico, una profonda insenatura tra due strette pareti di roccia bianca. L’isola ospita l'Oasi LIPU di Carloforte, un importante luogo di sosta e nidificazione per moltissime specie di uccelli, tra cui il Falco della regina. L'isola Piana, infine, offre un mare straordinariamente limpido e particolarmente adatto agli sport nautici, alla vela e alla pesca.
LE PIU’ BELLE SPIAGGE
Non è un caso che la Sardegna sia oggi la meta preferita da tanti turisti: il suo mare è infatti tra i più trasparenti che si possano vedere al mondo, nonché uno dei più rinomati per la bellezza delle spiagge e delle coste, in buona parte dall’aspetto ancora selvaggio ed incontaminato. La grande varietà del substrato geologico dà luogo a paesaggi diversi tra loro ma sempre incantevoli: alte falesie, ampi golfi con lunghe distese di sabbia finissima, piccole calette celate tra magnifiche scogliere e suggestivi paesaggi marini. Le coste sono più scoscese nel versante occidentale, ma le più alte falesie si incontrano proprio sul lato opposto, in corrispondenza del grande e compatto arco calcareo del Golfo di Orosei. La costa settentrionale è estremamente varia sotto il profilo geologico e morfologico. Da oriente a occidente si incontrano la penisola di Stintino, Platamona, Castelsardo e la Costa Paradiso, fino ad arrivare a Santa Teresa di Gallura. La costa gallurese, caratterizzata da un'infinità di insenature ed incantevoli spiagge, ospita la famosa Costa Smeralda ed è tra le più frequentate dai turisti. Più a sud inizia la costa di Olbia e quella, ricchissima di spiagge, di San Teodoro. Dopo i bassi, sabbiosi litorali di Posada, Siniscola e Orosei, comincia la spettacolare costa calcarea del Golfo di Orosei, il tratto più incontaminato dell'intera Sardegna. Questa zona è molto frequentata dai turisti, attirati dalla grotta del Bue Marino e soprattutto dalle bellissime spiagge di Cala Luna e Cala Mariolu. Andando a sud si incontrano scogliere che si alternano a spiagge sabbiose, fino ad arrivare alla splendida Costa Rei. La costa meridionale è caratterizzata dallo splendido litorale di Villasimius, seguito dall'ampio Golfo di Cagliari con i lunghi litorali sabbiosi del Poetto, e dalla splendida Costa del Sud, ricca di stupendi arenili sabbiosi. La costa occidentale si presenta per lo più alta e scoscesa, tranne nell'ampio Golfo di Oristano. Fra le più spettacolari località sono da annoverare le falesie dell'iglesiente e la Costa Verde, con la splendida Marina di Arbus, le coste calcaree della Penisola del Sinis, le coste di Cuglieri e la costa dell'Argentiera. Una particolarità della costa sud-occidentale è la presenza del vento di maestrale, che talvolta forma alle spalle degli arenili dune sabbiose fra le più alte d'Europa, come a Piscinas.

COSTA SMERALDA E LE SUE SPIAGGE
La Costa Smeralda, oltre alle prestigiose strutture ricettive, offre diverse spiaggia di grande bellezza, alcune comodamente attrezzate, e altre invece incontaminate.
-    Cala di Volpe:
Cala di Volpe è un’ampia insenatura che comprende quattro spiagge tra le più belle di tutta la Costa Smeralda, ricche di vegetazione e lambite da un mare color smeraldo. Cala di Volpe dispone di un piccolo porticciolo, situato tra la spiaggia Razza du Junco e la spiaggia di Capriccioli; di fronte alla spiaggia si trova inoltre l’Hotel Cala di Volpe, il famoso hotel di lusso progettato da Jacques Couelle come un antico villaggio di pescatori.
-    Spiaggia di Capriccioli:
Compresa nel Parco Nazionale Arcipelago della Maddalena, e situata a pochi chilometri da Arzachena, la spiaggia di Capricciosi si caratterizza per una linea di scogli granitici che divide in due la distesa di sabbia bianca e finissima. La bellezza della spiaggia e della macchia mediterranea che cresce alle sue spalle, oltre al fatto che è facilmente raggiungibile e alla presenza di un grande parcheggio, fa di Capriccioli una delle mete preferite dalle famiglie.
-    Baia di Romazzino e Piccolo Romazzino:
Oltre il Porto Liccia e la Punta Capaccia che lo limita a sud, si apre l’ampia Baia di Romazzino, con una spiaggia dalla sabbia fine bagnata da acque limpidissime; a pochi metri dalla spiaggia sorge l’hotel omonimo, uno dei più belli e pittoreschi della Costa Smeralda, circondato dal verde della macchia mediterranea. Poco più a sud, in corrispondenza dell’insenatura Lu Imbarcatoio, si trovano le belle spiagge di Piccolo Romazzino, circondate dal verde delle colline.
-    Spiaggia di Poltu di li Cogghj o spiaggia del Principe:
La spiaggia di Poltu di li Cogghj, detta anche spiaggia del Principe per una presunta preferenza del principe Aga Khan per questo angolo di mare, è forse la più bella della Costa Smeralda. La sua bellezza è data da due ali di sabbia finissima separate da un promontorio di rocce rosa ricoperte di vegetazione. L'acqua è limpidissima e riflette la brillantezza dei frammenti di granito che ne costituiscono il fondale.
-    Cala Liscia Ruja e Petra Ruja:
La spiaggia di Cala Liscia Ruja, chiamata anche “Long Beach” per la sua lunghezza, è una delle spiagge più belle della Sardegna per le sue eccezionali caratteristiche naturali: un arco di sabbia finissima e rosata lungo oltre 500 metri, che delimita una baia dalle acque limpide, incorniciata dalla fitta macchia a corbezzolo e cisto della piana retrostante, con i folti cespugli di ginepro che si spingono quasi fino al mare. Le calette si susseguono ininterrotte, una dopo l'altra, scandite da ciuffi profumati di ginepro e gigli bianchi. È singolare il fenomeno, a Liscia Ruia come nella vicina spiaggia di Petra Ruia, meno conosciuta ma d’innegabile fascino, della colorazione rossastra della sabbia nel bagnasciuga, determinata dal deposito (ad opera delle correnti marine) di minute particelle sfaldatesi dai graniti costieri o provenienti da gusci e conchiglie.
-    Cala Razza di Giunco:
Le cinque spiagge che si aprono nella Cala Razza di Giunco sono abbastanza diverse fra di loro, anche se accomunate dallo splendido mare cristallino che le bagna; caratteristica la presenza, a ridosso della seconda e della terza cala, di piccoli stagni retrodunali incorniciati da piante palustri e circondati dalla fitta macchia mediterranea. Le spiagge di Cala Razza di Giunco sono spiagge poco frequentate in quanto non facilmente raggiungibili via terra nonché piuttosto lontane dai principali approdi della costa; le più belle sono la Cala Suaredda, la più settentrionale, e la spiaggia Rena Bianca, la più meridionale, che a differenza delle altre appartiene al territorio di Olbia ed è facilmente accessibile perché vicina alla strada.
-    Spiaggia del Pevero:
La spiaggia del Pevero o Piccolo Pevero (separata da quella più ampia del Grande Pevero), a 3 km da Porto Cervo, è una distesa di sabbia bianca finissima, lambita da acque limpidissime e incorniciata dalla rigogliosa macchia mediterranea. La spiaggia, dalla quale si gode la vista delle bellissime isole Li Nibani, è caratterizzata da un fondale basso che la rende particolarmente adatta alle famiglie con bambini. La spiaggia del Pevero è dotata di parcheggio e snack bar, ed è possibile affittare sdraio, lettini e ombrelloni oltre a moto d'acqua, canoe e pedalò. 

SPORT IN SARDEGNA
La parte più interna e più selvaggia dell’isola offre la possibilità di praticare svariate attività sportive all’aria aperta, che permettono di conoscere più a fondo il territorio e di assaporare la Sardegna autentica e nascosta.
-    Turismo equestre in Sardegna:
Il turismo equestre può offrire una vacanza diversa e rappresenta un modo particolare per entrare in contatto con il lato più autentico dei paesaggi, incontaminati e suggestivi, e con la popolazione locale. I centri ippici, quasi un centinaio, offrono diverse attività per principianti e itinerari per i più esperti. La maggior parte dei maneggi e dei circoli si trova nei pressi delle città di Cagliari e Nuoro, ma in tutta l’isola si stanno moltiplicando le aziende agrituristiche che offrono ai propri clienti l’opportunità di una gita a cavallo. Uno dei centri più attrezzati è quello di Arborea, nel Golfo di Oristano: da qui si possono seguire diversi itinerari lungo la campagna oristanese fra pinete, stagni, colline, spiagge e scogliere. In poche ore di marcia si raggiunge anche l’altopiano della Giara di Gesturi, dove vivono i famosi cavallini selvaggi.
-    Arrampicata sportiva in Sardegna:
La Sardegna, negli ultimi anni, si sta imponendo come una delle regioni italiane ed europee più belle ed affascinanti per praticare l’arrampicata sportiva. Tra i luoghi più battuti dagli arrampicatori vi sono alcune zone del Supramonte, le falesie attrezzate della zona dell’Iglesiente (Domusnovas), l’area di Isili in provincia di Cagliari, e le rocce e le pareti del Golfo di Orosei.
-    Escursionismo in Sardegna:
I territori della Sardegna sono tra i più integri e incontaminati d’Italia, e praticare il trekking in questi luoghi permette di godere appieno di quei paesaggi selvaggi che costituiscono la vera attrattiva di una Sardegna diversa da quella universalmente conosciuta. I percorsi che possono svolgersi in Sardegna sono innumerevoli, spesso sono gli stessi sentieri calcati quasi ogni giorno dai pastori con le loro greggi. A piedi è possibile scorgere mufloni, cervi, cinghiali, volpi, cavalli selvaggi e le specie più rare di uccelli, come l’aquila reale, il grifone ed il falco pellegrino. Il Supramonte è la zona di gran lunga più interessante: qui si svolgono gli itinerari più classici, dalle creste panoramiche (Cusidore, Monte Albo, Corrasi, Monte Novo), agli altipiani più deserti (Donanigoro, Campu Su Murdegu), alle gole più impervie e profonde (Gorroppu). Grande interesse riscuotono i villaggi nuragici come Tiscali o i nuraghi panoramici e isolati come Nuraghe Mereu, in territorio di Urzulei Anche il territorio dell’Ogliastra, una delle regioni più selvagge dell'isola, offre paesaggi molto suggestivi: qui si può percorrere il "Selvaggio Blu", un trekking sulla costa per cui occorrono diversi giorni. E poi l’Iglesiente: le salite al Monte Linas, la cima più elevata di questa zona della Sardegna, sono interessanti e suggestive. Altrettanto suggestive sono le gole del Rio Oridda e le cascate de Su Muru Mannu. Infine il Sàrrabus, con gli interessanti scorci sulle punte granitiche del massiccio dei Sette Fratelli, e la Barbagia, con il Gennargentu, le passeggiate per i boschi di Aritzo e Fonni, e le suggestive escursioni sul Monte Tonneri e alla Perda Liana. Il CAI, Club Alpino Italiano, con sezioni a Cagliari e a Nuoro, da sempre si occupa di promuovere l'escursionismo in Sardegna offrendo assistenza e informazioni; esistono inoltre diverse cooperative, sorte negli ultimi anni, che organizzano escursioni guidate.
-    Speleologia in Sardegna:
Il vasto patrimonio speleologico della Sardegna comprende più di 1500 grotte, alcune davvero di rara bellezza. La zona più interessante dell’isola dal punto di vista speleologico è la regione del Supramonte, seguita dalla zona di Capo Caccia e del Sulcis – Iglesiente. In queste cavità naturali, la natura ha plasmato grandi colonne e sottili canule, insieme a diversi tipi di concrezioni. Le grotte più belle da visitare sono: la grotta di Helighes Artas, la voragine del Monte Tiscali, e il sistema "Sa Oche - Su Bentu" nelle vicinanze di Oliena, la grotta di Issarpes, Su Palu e Suttaterra de Su Predargiu a Urzulei, la grotta di Locoli a Lula e Sos Sirios a Dorgali. Si segnala il gruppo speleologico Specus di Cagliari, riconosciuto dalla Società Speleologica Italiana e dalla Federazione Speleologica Sarda, che organizza Corsi ed escursioni in grotta.
-    Golf in Sardegna:
La Sardegna, grazie al suo clima mite e ai grandi spazi di cui dispone, ben si presta alla pratica del golf e difatti dispone di diversi impianti di qualità e molte strutture attrezzare per la pratica di questo sport. Tra gli appassionati è ben noto il Pevero Golf Club, alle spalle di Cala di Volpe (Costa Smeralda), uno dei campi più belli del mondo grazie alla bellezza del paesaggio e della macchia mediterranea circostante. Altrettanto importanti sono il Golf Glub di Is Molas, vicino a Cagliari, di Campulongu a Villasimius, e quelli del Bagaglino Golf Country a Stintino, di Puntaldia a San Teodoro e del Villaggio Telis di Arbatax (Tortolì, Ogliastra).

CUCINA
La Sardegna è patria di tanti prodotti tradizionali di altissima qualità: dal pecorino al fiore sardo, dal carciofo spinoso allo zafferano, dalla bottarga ai vini. A iniziare dai forni del pane, poi la pasta secca e fresca. Per  i secondi di carne, come arrosto di porchetto, agnello o capretto, cordula, interiora di agnello, pecora bollita, e quelli di pesce: crostacei, spigole, orate o anguille alla brace e tonno cucinato in mille modi. I formaggi: pecorino stagionato o fresco, caglio di capretto e casu marzu,  e pure i dolci al formaggio, come seadas e pardulas, e quelli a base di mandorle e miele.

Ristoranti:
-La Sartoria del Gusto
Via Dello Zaffiro 17, 07026, Olbia, Sardegna, Italia.
-Donatella Ristorante Pizzeria
Via Gramsci | Nuoro - Sardegna, 08020, Posada, Sardegna, Italia
-Da Cesare 
Via Charles Darwin 2, 09126, Cagliari, Sardegna, Italia
-Panelentu
Piazza Italia, 08020, Budoni, Sardegna, Italia
-Ristorante Frontemare
Via Nuoro 15, 07026, Olbia, Sardegna, Italia
-Ristorante La ScalaVia Lunigiana 50, 09122, Cagliari, Sardegna, Italia
-Ristorante dell'Agriturismo Il Nuraghe
Località Tuerra, 09043, Muravera, Sardegna, Italia
-Sa Ide e S'Ollia
Via Cagliari 169, 09045, Quartu Sant'Elena , Sardegna, Italia
-Il Giamaranto
Via Alghero,69, 07100, Sassari, Sardegna, Italia
-Il Vecchio Mulino 
Via Frigaglia 5 | Vicolo chiuso Via Maddalena 51, 07100, Sassari, Sardegna, Italia.

VILLAGGI TURISTICI:
Il Sighientu Life Hotel &Spa è situato direttamente sul mare, in località Marina di Capitana, sul tratto di costa tra Cagliari e Villasimius, nella Sardegna meridionale.  L'Hotel Sighientu è una struttura alberghiera piena di charme e ideale sia per le vacanze benessere che per le vacanze di famiglie con bambini. La struttura, realizzata con l'impiego di materiali naturali come pietra e legno, offre infatti numerosi servizi e comfort che garantiscono il divertimento ma anche il completo relax degli ospiti, come il Centro Benessere Thalasso.
Il Residence Village Li Cupulatti nasce ad Agrustus, a pochi minuti da Olbia e Budoni. Completamente immerso nel verde che lo circorda, si trova in una magnifica posizione, affacciato direttamente sulle spiagge di sabbia finissima, caratterizzato da un sussegursi di calette e insenature. Ottimo punto di partenza per escursioni alla scoperta di della magnifica Sardegna e di tutti i suoi tesori culturali, enogastronomici e paesaggistici. Struttura ideale per soggiorni ricchi di comfort all'insegna del sole e del mare, del relax e del divertimento.
L'Hotel Corte Rosada Couples Resort & Spa nasce ad Alghero, propone soggiorni all'insegna del relax, del benessere e della spensieratezza, lontani dalla routine di tutti i giorni. La struttura è ideale per le coppie e non accetta prenotazioni a ragazzi al di sotto di 15 anni. Il ristorante della struttura dispone di una terrazza panoramica con vista sulla Baia di Porto Conte.
L’Hotel Sporting di Porto Rotondo è un prestigioso 5 stelle situato nel luogo più suggestivo della celebre località balneare, fra il porto turistico e una splendida spiaggia di sabbia bianca e mare cristallino a disposizione degli ospiti. La struttura offre servizi di livello per un’esclusiva clientela nazionale e internazionale.
Per trascorrere una vacanza di lusso basata principalmente sul relax e sulla vita tranquilla l'Hotel La Rocca Resort & SPA dispone del luogo e dell'atmosfera ideale per svolgere un ottimo soggiorno. Il complesso, realizzato come un piccolo borgo, si inserisce in modo armonioso in un parco di bouganville e mirti e offre servizi di livello per una vacanza all’insegna del divertimento per tutta la famiglia.
Il Cala Gonone Beach Village si trova in posizione panoramica sullo splendido e suggestivo Golfo di Orosei, vicino alla località balneare di Cala Gonone. Il complesso, armoniosamente inserito nella macchia mediterranea e realizzato in stile sardo, offre servizi di qualità per tutta la famiglia e tante attività da fare per una vacanza all’insegna del divertimento, dello sport e del relax.
LASCIATI ISPIRARE!
Ricevi le nostre migliori proposte!
Tel. +39 0982/583144
Fax +39 0982/582242
Privacy Policy - P.Iva 03094940784
Credits TITANKA! Spa © 2017